#Milanofabene: azioni, notizie solidali e iniziative in città

Su Mianews, uno speciale settimanale dedicato alla comunicazione e all’informazione sul terzo settore a Milano e Lombardia, realizzato in collaborazione con l’agenzia ‘Le Acrobate – Idee parole comunicazione’. Tra gli argomenti, le campagne, gli incontri, i progetti e gli appuntamenti di grandi e piccole associazioni, fondazioni, gruppi organizzati al servizio della promozione sociale e della solidarietà per raccontare un settore tra i più importanti e dinamici del territorio.

Disabilità, riapre il centro Tog di viale Famagosta

Dopo oltre sei mesi di chiusura a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19, riapre il Centro sanitario della Fondazione Together To Go (in viale Famagosta a Milano) dedicato alla riabilitazione motoria, comunicativa e cognitiva di bambini con patologie neurologiche complesse.
Il team degli specialisti di TOG non si è mai fermato e anche durante il lockdown ha continuato a sostenere le famiglie e a riabilitare i propri pazienti attraverso percorsi individuali di terapie a distanza, con consigli pratici e video tutorial con esercizi fisioterapici. Ora, per riprendere a curare in presenza i bambini, il personale del centro ha riorganizzato gli spazi e predisposto i necessari dispositivi di sicurezza. Per sostenere la riapertura del centro, in particolare per rendere agibili i locali dell’attività riabilitativa e per mantenere i supporti tecnologici, la Fondazione TOG ha attivato la campagna di raccolta fondi “Aiutaci a ricominciare”.

Fondazione Umberto Veronesi: menu in rosa per la ricerca

Con il carpaccio di tempeh di soia gialla e la crespella ripiena di zucca arrostita iniziano giovedì 1° ottobre i menù “Pink Dinner Home Edition” firmati dallo chef Simone Salvini a sostegno della ricerca della Fondazione Umberto Veronesi.
Per tutti i giovedì di ottobre è possibile ordinare al costo di 50 euro un box per la cena ideato e preparato dallo chef Salvini e consegnato a domicilio dal servizio di delivery Cosaporto. Il ricavato è dedicato al progetto di ricerca sui tumori femminili “Pink is good” della Fondazione Veronesi.
È necessario ordinare il proprio box entro le ore 20 del mercoledì precedente.

Soleterre avvia il progetto “Rientro a scuola”

I bambini hanno subìto le più pesanti conseguenze psicologiche ed emotive dell’emergenza Covid-19 e, dopo mesi lontani da scuola, amici e attività sportive, sono tornati in classe in un clima ancora incerto. Soleterre – Fondazione che si occupa di prevenzione, cura e supporto psicologico in ambito oncologico e in occasione di particolari emergenze socio-sanitarie – nell’ambito del Fondo Nazionale per il Supporto Psicologico in Emergenza Covid-19, ha avviato il progetto “Rientro a scuola” in partnership con l’Istituto Comprensivo di Corso Cavour a Pavia che comprende tre ordini di scuola (infanzia, primaria e secondaria di 1° grado). Gli psicologi di Soleterre organizzano incontri dedicati a genitori e insegnanti per fornire loro strumenti utili e il supporto necessario per aiutare i bambini ad affrontare il reinserimento scolastico. E fino a dicembre si terranno anche 4 incontri di un’ora dedicati agli alunni per sostenerli nell’elaborazione dell’evento traumatico.
“Con i nostri psicologi i bambini e i ragazzi esploreranno il passato, il presente e il futuro legato all’emergenza Covid-19, parlando del loro vissuto, scoprendo e conoscendo nuovi modi di stare insieme in sicurezza, interrogandosi su ciò che verrà e le paure connesse” dichiarano dalla Fondazione.

Scatti d’autore all’Acquario per raccontare le donne scienziate

Biologhe, chimiche, farmacologhe, ingegnere, astrofisiche, matematiche, chirurghe, paleontologhe, informatiche: sono alcune delle professioni delle grandi scienziate italiane immortalate da Gerald Bruneau nella mostra fotografica “Una vita da scienziata”, ideata e curata da Fondazione Bracco, dal 29 settembre al 1° novembre all’Acquario Civico di Milano.
Un percorso di scatti d’autore all’interno di laboratori, università e ambulatori per comunicare al grande pubblico le eccellenze femminili nella scienza contribuendo al superamento degli stereotipi di genere che interessano ancora la pratica scientifica. “Mai come in questo momento emerge quanto sia importante investire in ricerca, formare scienziati e scienziate ed avere più donne che studiano le materie STEM”, sottolinea Diana Bracco, presidente della Fondazione. “È fondamentale scardinare i vecchi pregiudizi, come quello che vede le donne non portate per questi studi, e diffondere la cultura scientifica sin dalla tenera età”.
L’esposizione rientra nel progetto “#100esperte – 100 donne contro gli stereotipi”, nato per valorizzare l’expertise femminile in settori percepiti ancora come di dominio maschile, e inserito nel palinsesto “I talenti delle donne” del Comune di Milano.
Da martedì a domenica h.9.30-17.30, biglietti da 3 a 5 euro, prenotazione consigliata.

Mission Bambini: quattro eventi online su educazione post pandemia

Scuole e servizi educativi durante tutta l’emergenza Covid-19 sono rimasti chiusi e riaprono ora per il nuovo anno scolastico, con importanti novità. Quali sono state le conseguenze per bambini e ragazzi sul piano educativo, in particolare nei contesti periferici del nostro Paese? Quali nuove competenze sono richieste ad educatori e insegnanti? Sono alcune delle domande a cui proverà a dare risposta l’iniziativa “Le nuove sfide educative” promossa dalla Fondazione Mission Bambini, per capire insieme come sarà il mondo dell’educazione dopo la pandemia. Un ciclo di quattro incontri on line in forma di talk show, a cui parteciperanno esperti, insegnanti e istituzioni oltre ad operatori e volontari della Fondazione. L’iniziativa si inserisce all’interno della più ampia campagna #RidisegniamoLaScuola, promossa a sostegno di una scuola più moderna e inclusiva. Attraverso i suoi progetti Mission Bambini vuole offrire a insegnanti, educatori e famiglie nuovi strumenti e nuove competenze per accompagnare nello studio e nella crescita tutti i bambini e i ragazzi, anche e soprattutto quelli che nel nostro Paese vivono in condizione di povertà assoluta (oltre 1,2 milioni secondo i dati Istat). Gli incontri – realizzati in collaborazione con Le Nius, blog che si occupa di temi sociali ed educativi – si possono seguire in diretta sulla pagina Facebook di Mission Bambini. Si parte martedì 29 settembre alle ore 18 con “Scuola – Sospesa, trascurata, più che mai discussa. Cosa aspettarsi dalla nuova scuola?” Gli incontri successivi saranno il 6, 13 e 20 ottobre: il programma completo è disponibile sul sito missionbambini.org.

 

Federazione Alzheimer: Eugenio Finardi al fianco delle persone con demenza

“Sono felice di poter condividere la mia musica e la mia testimonianza di familiare per aiutare le tante persone che convivono ogni giorno con la demenza”. Con queste parole Eugenio Finardi racconta il motivo che lo ha spinto a stare al fianco della Federazione Alzheimer Italia in occasione del IX Mese Mondiale Alzheimer, che ricorre ogni settembre. Il cantautore milanese ha scelto di dedicare a tutte le persone che vivono con la demenza e ai loro familiari la canzone scritta nel 1983 per la nascita della figlia Elettra, dal titolo “Amore diverso”. Finardi nel video messaggio racconta la sua personale esperienza di familiare di persona con demenza, vive infatti con la suocera malata di Alzheimer: “sto assistendo alla sua progressiva perdita dei ricordi e della memoria. É qualcosa di grande, di spaventoso ma qualcosa di molto umano che a me fa una grande tenerezza”. È noto quanta ricaduta abbia la demenza su familiari e caregiver, a tal punto da renderla una delle patologie a più grave impatto sociale del mondo, e la perdita del ricordo è uno degli aspetti principali che tocca da vicino chiunque si trovi a convivere con questa malattia. Molti studi confermano quanto la musica e il canto siano importanti per le persone con demenza per cui, spesso, le canzoni sono tra gli ultimi ricordi a mantenersi vivi. Anche in chi perde tutti i riferimenti temporali, la musica può continuare a rappresentare un legame con il passato e con gli affetti. “La musica è fondamentale nella relazione emotiva tra la persona con demenza e il suo passato, ed è uno degli strumenti terapeutici che anche noi di Federazione Alzheimer Italia utilizziamo nei nostri gruppi. Proprio per questo siamo particolarmente felici e onorati che un artista sensibile e attento come Eugenio Finardi abbia deciso di stare al nostro fianco condividendo un ricordo musicale per lui così prezioso e personale”, commenta Gabriella Salvini Porro, presidente di Federazione Alzheimer Italia.

 

Quaderni e penne per i 140 ospiti della Comunità Somaschi

Sono 140 i giovani ospiti delle comunità per minori e madri in difficoltà gestite in Lombardia e in Liguria da Fondazione Somaschi che, per il rientro a scuola, avranno bisogno di quaderni, penne, matite colorate, pennarelli, gomme e tutto ciò che serve per tornare a studiare. La Fondazione si rivolge quindi ai cittadini, invitando a donare materiali scolastici nuovi a questi bambini e ragazzi dai 3 ai 18 anni che vivono nelle strutture di accoglienza perché vittime di situazioni familiari violente o particolarmente disagiate. Vista la criticità del periodo per cui, causa Covid-19, non si esclude un nuovo ricorso alla didattica a distanza, saranno ben accette anche donazioni di device tecnologici come tablet, pc o smartphone, anche usati purché funzionanti. “Il ritorno a scuola è sempre un momento molto importante per i nostri ragazzi: un frammento di normalità si ricompone nelle loro vite già segnate da gravi difficoltà. A maggior ragione quest’anno. Per questo, anche grazie all’aiuto di chi ci sosterrà, faremo in modo che non manchi loro nulla per la ripresa e che possano sentirsi uguali a tutti gli altri. Che almeno dentro il loro zaino ci sia niente di più e niente di meno di quanto contenuto in quello dei loro compagni” sottolinea Carlo Alberto Caiani, direttore generale di Fondazione Somaschi Onlus. La raccolta è attiva fino al 9 ottobre 2020. Le donazioni andranno spedite o consegnate presso la sede di Milano della Fondazione Somaschi (piazza XXV Aprile 2 – dal lunedì al venerdì, 9-17).
Per info: 02 62911975 – donatori@fondazionesomaschi.it