Autonomia, Fontana: “Approvazione eccezionale, la Lombardia sarà ancora più veloce”

“L’Aula della Camera ha definitivamente approvato il Ddl sull’Autonomia differenziata. Una notizia eccezionale per la Lombardia e per i lombardi che, sette anni fa, con un referendum, avevano espresso in maniera chiara e netta la volontà di andare in quella direzione. Con l’autonomia avremo più competenze in diverse materie e potremo confermare la nostra capacità amministrativa rendendo ancora più forte la nostra regione. Ringrazio tutti coloro che hanno creduto in questo progetto e in particolar modo il ministro Calderoli che ha dato un impulso deciso per raggiungere questo traguardo. Con l’autonomia la Lombardia sarà libera di correre ancora più velocemente!”. Così il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha commentato sui suoi profili social l’ approvazione del Ddl alla Camera.

“È una grande soddisfazione perché possiamo dire finalmente che la nostra Costituzione ha vinto”, ha commentato poi Fontana durante il punto stampa a Palazzo della Regione, sottolineando poi che “finalmente, nonostante le tante cose, le tante bugie che sono state raccontate, anche questa parte della Costituzione troverà applicazione”. “Quindi – ha proseguito – grazie alla Costituzione, grazie a chi ha avuto il coraggio in questi anni di accettare e di dover respingere tante bugie e tante infamie, tante cose inesistenti che sono state raccontate. Ha vinto la Costituzione, che prevede l’Autonomia differenziata. Ha vinto l’Italia perché riusciremo ad ottenere un Paese più moderno, più efficiente, più capace di rispondere le esigenze dei tempi attuali. Avremo la possibilità di una Regione Lombardia che saprà andare ancora più veloce, che riuscirà ad essere ancora più competitività, con i propri competitors europei e mondiali. Avremo la possibilità di creare sulle materie di nostra competenza delle procedure ancora più abili, e ancora più efficienti che ci chiedono i nostri imprenditori, i nostri lavoratori, costantemente e continuamente. Avremo la possibilità di creare ancora maggior benessere nella nostra Regione. Quindi credo si debba dire grazie al Parlamento e al ministro Calderoli che ha finalmente sbloccato questa situazione, che è assolutamente fondamentale per il futuro del nostro Paese. Talmente fondamentale che è una parte della Costituzione che la prevedeva”. “Appena verrà promulgata la legge – ha poi aggiunto Fontana – siamo pronti immediatamente a mandare le nostre richieste al Governo. Non chiederemo su tutte le materie perché è giusto iniziare gradualmente anche per una questione organizzativa al nostro interno. Ci saranno due materie importanti per le quali sono già previste i Lepta o i Lea: una sarà la sanità e l’altra l’ambiente. E a queste aggiungeremo un’altra serie di materie che vanno dalle professioni al commercio estero, che sono meno rilevanti ma possono essere una buona cornice”. Il governatore ha affermato che la Regione avanzerà proposte di autonomia su otto materie: oltre a sanità e ambiente, sei le materie non-Lep: commercio con l’Estero, previdenza complementare, professioni, protezione civile, rapporti internazionali e con Ue, coordinamento con finanza pubblica e sistema tributario.

Un commento sull’approvazione del Ddl alla Camera è arrivato dalla premier Giorgia Meloni. “Più autonomia, più coesione, più sussidiarietà. Ecco i tre cardini del disegno di legge sull’Autonomia differenziata approvato alla Camera – ha commentato la premier sui social .- Un passo avanti per costruire un’Italia più forte e più giusta, superare le differenze che esistono oggi tra i diversi territori della Nazione e garantire gli stessi livelli qualitativi e quantitativi delle prestazioni sull’intero territorio. Avanti così, nel rispetto degli impegni presi con i cittadini”. “L’Autonomia differenziata è fondamentalmente una norma di responsabilizzazione delle classi dirigenti” ha poi detto la premier dal palco dell’ evento per i 50 anni del quotidiano Il Giornale.

Anche il leader della Lega Matteo Salvini ha commentato sui social l’approvazione del Ddl sull’Autonomia Differenziata. “Per un’Italia più efficiente e più moderna, con meno sprechi e più servizi a tutti i cittadini, da Nord a Sud: dopo tanti anni di battaglie e di impegno, nonostante le bugie e gli attacchi della sinistra, grazie alla Lega ed al governo l’Autonomia richiesta da milioni di italiani è stata approvata questa mattina anche alla Camera ed è finalmente legge.Una vittoria di tutti gli italiani: grazie a tutti” ha scritto Salvini. Il leader della Lega, a margine dell’evento per i 50 anni del quotidiano Il Giornale, commentando le critiche del governatore della Calabria, Roberto Occhiuto (centrodestra) all’Autonomia  ha detto che quest’ultimo “si dovrebbe rileggere il programma elettorale e il testo della legge approvata dall’intero centrodestra”, l’autonomia “sarà una grande opportunità del Sud”. “Chi è capace non ha nulla da temere dall’autonomia”, ha aggiunto Salvini.

Per il capogruppo del Partito Democratico in Consiglio regionale della Lombardia e membro della segreteria nazionale Pierfrancesco Majorino invece “quella dell’approvazione della cosiddetta autonomia è davvero una pessima notizia. Lo è perché spacca il Paese stravolgendo la Costituzione e anche per le conseguenze dirette nei nostri territori”. “Fontana ha già detto che chiederà più poteri sulla sanità e sull’ambiente, una cosa da far tremare i polsi – ha aggiunto Majorino .- Vogliono ancora più privatizzazione della sanità alla faccia delle interminabili liste d’attesa e dei pazienti che non possono pagarsi tutte le cure, e vogliono ridurre in cenere il Green Deal perché, come dice la presidente dell’Agenzia regionale per l’ambiente, la negazionista Lucia Lo Palo, la crisi climatica non dipende in alcuno modo dalle attività umane. È da pazzi pensare di dare più poteri a questa giunta. Noi siamo pronti alla massima mobilitazione, anche dalla Lombardia. Di certo non finisce qui”.