Milano fa bene: notizie solidali, appuntamenti e occasioni di incontro in città

Un Diario Blu per le persone con autismo

É nata Blue Diary – Diario Blu, la prima agenda visiva pensata appositamente per le persone con disturbo dello spettro autistico. Da un’idea dell’associazione GAUDIO (Gruppo Autismo e Disabilità Intellettiva), è stata realizzata in collaborazione con la Cooperativa Sociale Fabula, Smemoranda e la Fondazione Fracta Limina. Si tratta di un progetto innovativo che ha potuto contare sulle competenze di un gruppo di lavoro composto da professionisti, genitori e grafici, e si basa sulle conoscenze dell’approccio cognitivo-comportamentale e della CAA (Comunicazione Aumentativa Alternativa). Esperti in progettazione di agende e planner hanno infine contribuito alla sua produzione.
“Il progetto – spiega Raffaella Turatto, presidente di GAUDIO – è nato dal desiderio espresso da genitori ed educatori di uno strumento per i loro ragazzi con bisogni comunicativi speciali, che hanno difficoltà a comprendere il linguaggio verbale e necessitano di un rinforzo visivo per orientarsi nella vita quotidiana. Siamo felici di aver soddisfatto un bisogno che prima veniva risolto con il “fai-da-te”. Questa agenda visiva è uno strumento didattico immediato, intuitivo e gratuito che chiunque può comprendere e usare.”
Agenda “perpetua” che non ha scadenza, Blue Diary si avvale di immagini e simboli universali ARASAAC, portale aragonese della Comunicazione Aumentativa Alternativa, scelti per la loro chiarezza, riconoscibilità e semplicità grafica. Comprende inoltre diversi set di immagini e simboli adesivi utili a programmare gli impegni della giornata o della settimana, il tutto completato da un tabellone-planner su cui apporre le etichette.
Grazie al contributo ottenuto con il Premio Speciale Enjoy UBI Banca, Blue Diary viene distribuita gratuitamente – fino ad esaurimento scorte – facendone richiesta sul sito: autismogaudio.org

#GivingTuesday: 3 dicembre la Giornata del dono

Un giorno in cui milioni di persone, organizzazioni non profit, scuole, università, comuni e aziende in tutto il mondo si mobilitano per celebrare la solidarietà e il gesto del dono: martedì 3 dicembre si celebra il #GivingTuesday – la Giornata Mondiale del Dono che ha l’obiettivo di creare una vera e propria ondata di generosità.
Nato nel 2012 negli Stati Uniti come appello alla solidarietà dopo lo shopping frenetico del Black Friday e Cyber Monday, il #GivingTuesday approda in Italia nel 2017, grazie a AIFR – Associazione Italiana di Fundrasing che anche quest’anno coordina e promuove l’iniziativa. Nel 2018, l’8% della popolazione italiana on line era a conoscenza del #GivingTuesday; di questi, il 78% ha partecipato con donazioni in beni e denaro – sottolinea il Presidente di AIFR, Marco Cecchini – Siamo convinti che in occasione della terza edizione, il nostro Paese mostrerà ancora di più tutta la sua generosità”.
Moltissimi i progetti che hanno aderito all’evento, e numerose le onlus milanesi e lombarde che hanno scelto di presentare una propria iniziativa, qualche esempio: “aMIcittà”, che promuove lo sviluppo di una comunità accogliente e inclusiva, affiancando le persone con disagio psichico nel costruire il proprio progetto di vita e nell’essere una risorsa per gli altri; “Dal Bullo al Bullone”, della cooperativa Cidiesse che lavora per l’inserimento e la formazione al lavoro di ragazzi del penale minorile perché il lavoro è davvero il primo passo nel percorso di recupero come cittadini; “Facciamo esplodere l’arcobaleno”, a sostegno di Casa Arcobaleno, la prima casa – a Milano e in Lombardia – che accoglie ragazzi discriminati dalle loro famiglie di origine per il loro orientamento sessuale o per il percorso di transizione avviato; infine gli aperitivi multiculturali “OpenWorld” che l’associazione giovanile OpenRoad intende organizzare a Caravaggio (BG) come momenti di confronto aperto e positivo tra culture in un contesto informale.
Per partecipare e dare il proprio contributo alla giornata basta collegarsi al sito givingtuesday.it e sostenere uno dei progetti con una donazione o anche con un semplice voto: la novità di questa edizione è il Contest #GivingTuesday e il progetto più votato riceverà un contributo in denaro offerto da myDonor®.

Virtù civiche: segnalazioni fino al 15 dicembre per il Panettone d’oro

Il riconoscimento di Milano ai suoi eroi di tutti i giorni; è il Panettone d’oro, il Premio alla Virtù Civica ideato a metà degli anni ’90 dal Coordinamento Comitati Milanesi e giunto ora alla sua 21esima edizione.
Fino al 15 dicembre è possibile segnalare cittadini, persone o associazioni che abbiano mostrato una concreta rispondenza ai principi del vivere civico, come la solidarietà e la tutela dei più deboli, l’attenzione all’ambiente, il rispetto della cultura e della tradizione civica, la difesa dei diritti dei cittadini.
Una giuria valuterà la costanza e l’impegno con cui cittadini e associazioni segnalati abbiano messo in pratica e aiutato a diffondere un esemplare comportamento civico nel capoluogo lombardo e negli altri 133 comuni della Città metropolitana di Milano. Saranno quindi individuati 10 cittadini, tra donne e uomini, che riceveranno l’attestato di riconoscimento, e inoltre ci saranno 10 menzioni speciali dedicate a gruppi di cittadini e associazioni.
La cerimonia di premiazione è prevista per il prossimo febbraio a Milano.
Anche per quest’anno l’iniziativa vede la collaborazione attiva di Comieco (Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica), AMSA – Gruppo A2A e un cartello di associazioni cittadine (Assoedilizia, Amici di Milano, Associazione SAO, Ciessevi, City Angels e Legambiente).

Nel centro di Progetto Arca la “Prima” della Scala per i senzatetto

Il centro di accoglienza “Post Acute per Homeless” di Fondazione Progetto Arca si trasforma per un giorno in un teatro a porte aperte dedicato alla Prima della Scala. Sabato 7 dicembre, alle ore 18, ospiterà infatti la proiezione gratuita della Tosca di Giacomo Puccini, opera inaugurale della Stagione di Opera e Balletto 2019-2020 del Teatro alla Scala.
Grazie a Prima Diffusa – con cui il Comune di Milano ed Edison portano in numerosi luoghi non convenzionali della città la bellezza dell’Opera – il centro che ospita persone senza dimora bisognose di cure mediche (in via Mambretti 33 a Milano, zona Quarto Oggiaro) offre per la prima volta la proiezione della Prima della Scala. Come per le altre location che accolgono la proiezione, l’ingresso è libero fino a esaurimento posti, con prenotazione obbligatoria a comunicazione@progettoarca.org.
“Siamo onorati di ospitare nel nostro centro di accoglienza la meraviglia dell’Opera della Tosca – commenta Alberto Sinigallia, presidente di Progetto Arca – è un modo per noi di festeggiare questo 2019 in cui compiamo 25 anni di attività accanto alle persone indigenti ed emarginate, e un modo per i nostri ospiti qui accolti per trascorrere una serata a contatto con il grande potere rigenerante, per l’anima e per il corpo, della musica”.
La durata dello spettacolo è di 2 ore e 25 minuti (intervallo incluso).
Il Direttore Musicale Riccardo Chailly inaugura la Stagione 2019/2020 del Teatro alla Scala con Tosca di Giacomo Puccini, uno dei capolavori più conosciuti e amati del repertorio che va in scena per la prima volta per un 7 dicembre. L’Opera eseguita in edizione critica è parte del progetto di rivisitazione dei principali titoli pucciniani alla luce delle ricerche musicologiche più aggiornate promosso dal M° Chailly. L’allestimento è di Davide Livermore, che ha già firmato con successo Attila per l’Inaugurazione 2018/2019, e grande protagonista sarà ancora una volta Anna Netrebko, insieme a Francesco Meli e Luca Salsi. Tosca, andata in scena per la prima volta nel 1900, segna una svolta nella storia del melodramma italiano dopo Verdi prefigurando soluzioni quasi cinematografiche.

 

Milano fa bene [5 ottobre]

Milano fa bene [12 ottobre]

Milano fa bene [19 ottobre]

Milano fa bene [3 novembre]

Milano fa bene [9 novembre]

Milano fa bene [23 novembre]